Traduzione

giovedì 7 giugno 2012

Torta di compleanno "La Baia delle Sirene"

Ispirata alla baia delle sirene di Peter Pan, oltre che ad un fantastico libro su come modellare le bambole che c'è nella nostra biblioteca, qualche tempo fa ho realizzato questa torta di compleanno per Giulia, la bimba di una delle mie più care amiche.
E' stato uno dei miei primi esperimenti con la pasta di zucchero e ne vado piuttosto fiera.
La mia curiosità nei confronti della pasta di zucchero è nata per caso, navigando in rete.
Stavo cercando l'immagine di una piscina per creare una locandina che doveva promuovere un'iniziativa di letture per bambini presso la piscina del mio paese.
Mentre cercavo su Google Immagini sono stata attirata da un'immagine di una torta fatta a forma di piscina.
La torta era realizzata in MMF, una pasta ottenuta sciogliendo le famose caramelle gommose tanto diffuse in America (quelle che arrostiscono sulle griglie) e mescolandole con altro zucchero a velo.
Così mi sono attrezzata e ho provato.
E da lì sto proseguendo, anche se mi rendo conto di essere ancora molto indietro rispetto alla precisione di moltissime altre che realizzano torte straordinarie, sorpattutto per quanto riguarda la copertura e la compattezza dell'impasto.
Qualche tempo dopo, vista la difficoltà nel reperire Marshmallow bianchi, da cui ottenere poi tutte le sfumature di colore e non solo quelle determinate dal colore originale delle caramelle stesse, ho scoperto una ricetta che contempla zucchero a velo, miele, acqua e gelatina in fogli.
Tutti ingrtedienti facilissimi da reperire, e per me che abito in una paese e non in una grande città, e spesso fatico a trovare certi ingredienti al supermercato, non è cosa da poco.
Quindi la ricetta che usa ora è questa...

Ricetta pasta di zucchero
2 fogli e mezzo di gelatina in fogli
50 gr di miele
30 gr di acqua (o colorante liquido)
450 gr di zucchero a velo

Fate ammorbidire la gelatina in fogli in poca acqua fredda.
Scaldate a fuoco basso in un  pentolino l'acqua, o il colorante liquido, con il miele.
Quando il miele si sarà liquefatto aggiungete la gelatina srizzata e fate sciogliere, togliendo dal fuoco il pentolino perchè non si bruci (non sono necessarie alte temperature).
A questo punto mettere in una ciotola, o in un robot da cucina, lo zucchero a velo e aggiungere il composto di acqua, miele e gelatina, mescolando prima con un cucchiaio (o attivando il robot), poi con le man  fino ad ottenere una pasta liscia e compatta.
A questo punto, se avete usato acqua e non colorante potete colorare la pasta con dei coloranti alimentari in gel.



Giulia non è una grande mangiatrice di dolci, ma la torta le è piaciuta comunque tanto.
Così come fatto per Viola, le ho fatto una scatola con sopra delle sirene, da tenere a ricordo della sua torta!
L'ho consegnata senza fotografarla, ma se un giorno di questi mi capita mi presenterò a casa loro armata di macchina fotografica e aggiornerò questo post.

Questo post partecipa al Linky party di Topogina a tema "Tutti al mare a mostrar le chiappe chiare".

29 commenti:

  1. E' uno spettacolo per gli occhi!
    Queste torte sono fantastiche... è davvero un peccato poi mangiarle.

    Sei bravissima!

    (Hai fatto bene a confezionare poi le scatole, è un'ottima idea!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il momento dello sconforto è quello del primo taglio!!!
      Una volta affondato il coltello e messa la fetta nel piatto gli scrupoli sono tutti già passati!!!!!!
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  2. Bellissima :) :) Io mi sono proprio fissata sulla pasta di zucchero e anche con il MMF :) Ne ho fatta una proprio ieri :) :) In questi giorni la posto sul blog..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora verrò a dare una sbirciatina...!!
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  3. Bellissimo il tuo blog! grazie mille per esserti unita ai miei lettori, ti seguirò anche io e con piacere :) se ti va,nel frattempo.ti propongo di partecipare al mio contest sulla merenda : http://sabrinaboschetti.blogspot.it/2012/05/snack-time-contest_14.html
    nulla di pretenzioso ma sarebbe maleducato non invitarti :) (nel caso avessi idee per una merenda sana ed equilibrata)
    :)

    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci faccio un pensiero e se mi viene in mente qualcosa non mancherò!!!
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
    2. Ma sai che forse in mente qualcosa mi è venuto!
      Quanto tempo ho a disposizione?
      Ciao
      Blu

      Elimina
    3. Fino al 20 giugno :) servono ricetta e foto *_*
      un abbraccio!!

      Elimina
  4. Dopo aver letto il tuo post sulla torta di carote volevo chiedertelo, come fai la pasta di zucchero.. mi leggi nel pensiero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che la vera ricetta della pasta di zucchero contempli il glucosio al posto del miele, ma come dicevo dove abito io non è facile trovarlo e così ho sperimentato questa che comunque...funziona!!!
      Se fai qualche esperimenti fammi sapere come è andata!
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  5. E' bellissima Michela, davvero!!!
    Ma la pasta di zucchero è così lucida o gli passi sopra qualcosa dopo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, resta opaca, però ci sono dei gel alimentari da applicare sopra per lucidarla oppure, come in questo mio caso, appena prima di servirla l'ho spennellata con un po' di acqua.
      Quando poi l'acqua si asciuga torna opaca, me il tempo di servirla...e fotografarla...resta lucida!
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  6. Ma che meraviglia!!!!bravissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molte grazie...!!
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  7. ciao ti ho trovato per caso e il tuo blog mi ha subito colpito, e poi scopro che abbiamo le stesse passioni quindi da oggi hai una fans in più se ti va vienimi a trovare ciao rosa.kreattiva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma io ti seguo già da un po' cara!!!
      Mi fa piacere che tu sia passata...
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  8. Mamma mia mi tenti un sacco con questo post!!
    Avrei proprio volgia di provare a fare una torta con questo tipo di decorazioni! L' unica cosa che mi dubbia è l'uso dei coloranti alimentari...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inizialmente anche io mi ero fatta qualche scrupolo, poi un amico pasticcere mi ha tranquillizzato dicendo che la nostra generazione è cresciuta con questo tipo di additivi e che in quantità così irrisorie no c'è da preoccuparsi.
      Del resto io ancora oggi quando mangio il gelato prendo il gusto "puffo"!!!!!
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  9. molto bella la torta e GRAZIE per la ricetta

    RispondiElimina
  10. Bellissima, complimenti. E' davvero uno spettacolo per gli occhi, si vede che avevi già una certa manualità a modellare! A volte le passioni nascono proprio così, un pò casualmente, come nel tuo caso. In quanto alla scelta di usare una pasta di zucchero fatta in casa al posto dei marshmallow secondo me è anche migliore...meno costosa e forse anche più sana. Ciao e piacere di conoscerti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti approdare alla pasta di zucchero dopo anni di pasta di mais è un bell'aiuto..le differenze nel modellarle sono proprio poche quindi è stato abbastanza facile fare da subito soggetti un po' più articolati.
      tra le due comunque riesco a lavorare meglio quella di mais..quella di zucchero mi si secca tropo in fretta e a volte combino dei guai!1
      Grazie per la visita....

      Elimina
  11. E meno male che era uno dei primi esperimenti.... è straordinaria! Bravissima!
    Baci
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, ma ho barato!...lavorare la pasta di zucchero è simile a lavorare quella di mais...e io lo faccio già da un po' :))).
      Comunque grazie, ma so che devo ancora migliorare moltissimo prima di fare qualcosa che si avvicini a quanto si trova oggi sul mercato del cake design..veri capolavori!..chissà magari un giorno...
      un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  12. Wow sei bravissima!
    Ammetto di non amare molto l'invasione in atto della pasticceria americana che trovo troppo zuccherosa e dolciastra, sono più tradizionalista ecco :D però queste sono vere e proprie sculture, è un peccato appunto doverle distruggere... una creazione di questo tipo meritava di essere esibita sempre! ^__^

    Complimenti! :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che anche io credevo avrei detestato il sapore di questa copertura di zucchero..invece alla fine ci sto prendendo gusto e la mangio (anche troppo!!!)

      Elimina
  13. grazie per questa bella ricetta
    infatti anche io abitando in paese, dovevo aspettare le feste locali e sagre per comprarli alle bancarelle, ma ora non è ho + bisogno
    pensi che possa impastare anche direttamente con il bimby??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo, anche io uso spesso il Bimby per questo impasto!

      Elimina
  14. cara blu, sono la mamma della giulia, la bimba a cui hai fatto questa splendida torta! vi assicuro che non è stato facile distruggere la torta per mangiarla (e devo dire che era anche ottima):è stato uno shock!! infatti dal dispiacere, la mia cara amica ha pensato di regalare una scatola alla mia bimba decorata alla stessa maniera! almeno quella non era commestibile!!!! sei troppo brava! un bacione alla mia cara amica blu!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro!!!
      Dovrai farmela fotografare quella scatola, così metto un post anche su quella!
      Un bacione a te e a Giulia...
      Blu

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...