Traduzione

mercoledì 9 maggio 2012

Stregata dalla Mucca

Il 30 aprile all’asilo di Giada hanno fatto il ponte.
Io e Alessandro lavoravamo mentre i miei suoceri no, quindi Giada è andata con loro a S. per un paio di giorni.
S. è un piccolo (piccolissimo) paese di montagna, di cui sono originarie sia mia madre che la mamma di mio marito, e dove noi ci siamo conosciuti da bambini.
Lì la vita è ancora molto "bucolica".
Lì, dove i vitellini si mettono in posa per farsi fotografare (sulla sinistra si intravvede la casa dove è nata la mamma di mio marito).



Lì, dove le mucche guardano l’orizzonte come Rossella O'Hara in Via col Vento.
(Queste mie fotografie in realtà non sono contemporanee, ma risalgono allo scorso autunno, e lo si può constatare dai colori del bosco).
Ad un certo punto della mattinata di lunedì 30 aprile 2012, mia suocera mi ha telefonato per dirmi come stava andando con Giada, me l’ha passata e lei mi ha detto: “Mamma, mucca cacca grande!”
“…emh…bene, cara,….che bello?????!!!”
E così ho scoperto che era stata a spasso con i nonni che l’avevano portata a vedere agnellini, conigli, galline e…mucche.
E ho saputo che ha condiviso questa cosa che aveva visto anche con tutti i presenti al bar del paese, dove era andata con il nonno a comprare il gelato, che si sono fatti un po’ di risate a sentire lei che decantava pubblicamente i misfatti della mucca.
Quando la sera Alessandro è rientrato a casa dal lavoro mi ha chiesto: "Hai sentito Giada?"…e sorrideva.
Ho detto "Sì, e tu?"
Ha risposto: "Sì mi ha telefonato, ma non mi ha neanche salutato. Ha detto solo “CACCA GRANDE"."


Giada, speriamo che questa cosa così scioccante che hai visto fare alla mucca, e che pare ti sia rimasta così impressa, ti faccia finalmente ragionare per quanto riguarda l’utilizzo del vasino, che come già descritto qui, ancora ci fa un po’ tribolare.


Raccontando questa cosa alla mia collega Elena, lei mi ha suggerito una lettura piuttosto interessante.
Trattasi di un libricino dal titolo “Chi me l’ha fatta in testa” edito da Salani.
E’ la storia di una talpa che uscendo da sotto terra si ritrova con un regalino in testa (quello che alla metà di noi è capitato almeno una volta nella vita al passaggio di un piccione).
In quanto talpa, essendo piuttosto orba, non riesce a vedere chi è stato, e così parte alla ricerca del colpevole.
Chiede al cavallo, alla capra, alla MUCCA, appunto, ma tutti fanno cacche diverse da quella che qualcuno le ha fatto in testa.
Poi arriva un passaggio esilarante in cui entrano in scena due mosche e lei dice “Oh, finalmente qualcuno che se ne intende!”…bellissimo!
E infatti le mosche analizzano un po’ la cacca e, da buone esperte, individuano immediatamente il responsabile.
Si tratta di un cane, nei confronti del quale la buona talpa riesce subito a rifarsi, rifacendogliela a sua volta in testa!
Non ho resistito e l’ho acquistato.
C’è anche la variante cartonata e sonora, con il rumore dei vari tipi di cacca quando cade a terra...strepitoso!
Ma alla fine ho optato per  la versione classica e nel leggerlo a Giada mi limiterò a interpretare io!!!
Devo dire che di questo libro ho apprezzato molto anche il talloncino promozionale che propone il libro come “L’irresistibile classico sulla cacca”…geniale!
 Chiedo scusa per questo post delirante dall'argomento alquanto imbarazzante! :))))




Questo post partecipa al linky party di Topogina a tema "A tutta natura".

15 commenti:

  1. Questo post è molto rasserenante.
    Ci sono anche le mucche e i vitellini in posa....
    La bimba si sarà emozionata e anche stancata ma le fà tanto bene stare con i nonni e in montagna poi.
    Tu abiti in citta ?
    Il libro è troppo carino !
    Mi ha colpito, lo acquistero' per il mio nipotino.
    Buona serata e grazie per le tue visite al mio blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, alla fine siamo in montagna anche noi, ma non così in alto!
      Buona serata anche a te!
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  2. Hai fatto proprio un post di cacca!!!Scherzo,mi ha fatto molto ridere e sarei curiosa di sentire i vari rumori del libro.Però che bello tu sei cresciuta proprio a contatto con la natura!
    La mucchina è molto carina,sembra fatta di cioccolato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temevo qualche commento del genere!!!!
      Sì, il contesto in cui sono cresciuta è molto campagnolo/montanaro e devo dire che ho bellissimi ricordi in particolare sugli animali selvatici trovati, raccolti, curati, e liberati.
      Spero di poter condividere queste cose anche con la mia bimba e che anche a lei gli animali piacciano quanto a me.
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  3. Ha ha ha! sono svenuta dal ridere!!!
    foto bellissime e post davvero originale...
    Ciao Anna

    RispondiElimina
  4. invece è un post molto simpatico.. i bimbi imparano sempre cose nuove anche se largomento in questione è.. di cacca!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Ragà....se non esistesse la cacca non ci sarebbero esseri viventi ....no? tutti produciamo!!! Quando c'è una persona che mi sta sulle balle perchè se la tira (uomo o donna che sia)cerco di immaginarmela nel momento dell'espletamento del suo dovere...ehm ehm ...fisico!!!!...Scende dai gradini immediatamente che non ne hai nemmeno l'idea di quanto!!!! hahahahahahaahha sarò un po' deficiente? siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella idea!!...proverò!!
      Un sorriso senza gatto
      Blu

      Elimina
  6. Altri bellissimi libri sulla cacca sono: Le cacche del coniglio / Pittau e Gervais (ediz. Il Castoro) e La canzone della cacca / Roberto Piumini (ediz. Gallucci, con il cd della canzone!!!!!). Divertentissimi!! UR (uomo ragno) ne è andato pazzo. M.

    RispondiElimina
  7. Ciao tesoro...sapevo che avresti dato il tuo contributo.
    Non tanto come esperta di cacche...quanto di libri!!!
    Un bacio
    M.

    RispondiElimina
  8. libretto fantastico! Da sempre il mio preferito come regalo a bambini e.....adulti....perchè un sorriso non si nega a nessuno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti...io rido tutte le volte che anche solo lo vedo...è troppo bello!

      Elimina
  9. ciao
    che post simpatico. Belle le foto dei vitellini.....che teneri.
    Forte il libro.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...